Festival

All Festival

Minerva Pictures al 40° Torino Film Festival

14 Novembre 2022

Il festival del ritorno in sala e della centralità della sala cinematografica: sarà ampia la nostra partecipazione al 40° Torino Film Festival (25 novembre -3 dicembre) dove saremo presenti con un’anteprima mondiale e ben quattro restauri in 4k.

LA CACCIA

un film di Marco Bocci

Sarà presentato fuori concorso nella sezione “Favolacce”, La caccia, film che segna il ritorno dietro la macchina da presa di Marco Bocci, dopo il riuscitissimo esordio nella regia con A Tor Bella Monaca non piove mai (2019). La caccia è un dramma familiare che segue la storia di quattro fratelli, tre maschi e una femmina, che si riuniscono, dopo svariati anni di lontananza, per l’improvvisa morte del padre.

A vestire i panni dei protagonisti, Laura Chiatti, che condivide per la prima volta un set con il marito, Filippo NigroPaolo Pierobon e Pietro Sermonti.

Il film – prodotto da Santo Versace e Gianluca Curti per Minerva Pictures, con Rai Cinema – conta su Federico Annicchiarico come Direttore della Fotografia, e sui costumi di Sara Fanelli, le scenografie di Paola Peraro e il montaggio di Luigi Mearelli.

In anteprima assoluta anche quattro restauri in 4k.

ALL’ARMI SIAM FASCISTI! (Back to Life)

di Lino Del Fra, Cecilia Mangini, Lino Miccichè (Italia, 1961, DCP, 106′)

A cent’anni dalla Marcia su Roma, uno dei più bei film-documentari di Mangini – Del Fra, affiancati dal critico Lino Micciché, con il commento di Franco Fortini.

Mezzo secolo di storia, dal Cinquantenario al Centenario dell’Unità d’Italia, ricostruito con esclusivi documenti di repertorio: dalla guerra di Libia alla pace di Versailles, dai tumulti del dopoguerra al terrore e alla corruzione fascista, dalla Resistenza ai fatti del luglio ’60. Il film – realizzato 16 anni dopo la fine del secondo conflitto mondiale – si conclude con una domanda ancora attuale: il fascismo è veramente finito?

  • Domenica 27 novembre ore 16.30 – Cinema Massimo 3 (Proiezione ufficiale)
  • Martedì 29 novembre ore 21.00 – Cinema Massimo 3 (replica)

2+5: MISSIONE HYDRA (Back to Life)

di Pietro Francisci (Italia, 1966, DCP, 89′)

Disimpegnata fantascienza, trovate straordinarie, emozioni e scene entrate nell’immaginario collettivo di cinefili incalliti. Per alcuni audaci, una delle fonti di ispirazione de “Il pianeta delle scimmie” (1968).  Un vero e proprio cult movie del cinema popolare italiano con l’iconica interpretazione della bellissima Leonora Ruffo.

  • Domenica 27 novembre ore 22.45 – Cinema Massimo 3 (Proiezione ufficiale)
  • Venerdì 2 dicembre ore 14.00 – Cinema Massimo 3 (replica)

MILANO CALIBRO 9 (Back to Life) –

Restaurato in collaborazione con il CSC-Cineteca Nazionale

di Fernando Di Leo (Italia, 1972, DCP, 102′)

Nel suo 50° anniversario e riproposto in versione originale, uno dei noir italiani più apprezzati nel mondo, fonte di ispirazione di maestri contemporanei come Quentin Tarantino. Con le interpretazioni di Barbara Bouchet, Gastone Moschin e Mario Adorf, Fernando Di Leo firma il suo lavoro più iconico e uno dei film noir polizieschi più celebri della cinematografia moderna, parte della “Trilogia del Milieu”, insieme a “La mala ordina” (1972) e “Il Boss” (1973). Prodotto da Ermanno Curti e Armando Novelli.

  • Domenica 27 novembre ore 19.30 – Cinema Massimo 3 (Proiezione ufficiale)
  • Martedì 29 novembre ore 13.30 – Cinema Massimo 3 (replica)

IO, CALIGOLA

(Omaggio a Malcolm McDowell)

di Tinto Brass (Italia/USA, 1979, DCP, 155’)

Sesso e violenza per un film scandalo che ha fatto epoca. Massacrato, distrutto, rinnegato, sequestrato, oggetto di lite tra Brass e Guccione, rimane ancora oggi uno dei più malfamati film cult mai realizzati. Nelle vesti di Caligola Malcom McDowell, reduce dal successo trionfale di Arancia Meccanica di Kubrick.

  • Domenica 27 novembre ore 18.00 – Cinema Romano 2 (Proiezione ufficiale)
  • Lunedì 28 novembre ore 10.00 – Cinema Greenwich 3 (replica)

 

La 40° edizione del Torino Film Festival si svolgerà dal 25 novembre al 3 dicembre sotto l’egida del Museo Nazionale del Cinema – presieduto da Enzo Ghigo e diretto da Domenico De Gaetano – con la direzione artistica di Steve Della Casa, che torna a dirigere la manifestazione a distanza di vent’anni.