Eventi & News

Rassegna Stampa / la stampa dice di noi

  • Bekas è un film sulla serietà con la quale prendiamo i nostri sogni e sul nostro modo di vivere il presente.La prima cosa da sapere prima di partire è dove ci si trova. Cosa banale – non sempre – in senso geografico ma meno evidente quando si parla di percorso umano. Zana e Dana scambiano l’America con l’Europa sulla cartina, ma sanno molto bene dove si trovano nel loro percorso interno. Voler vivere altrove è una cosa che succede quando il luogo in cui siamo non ci piace, quando ci sentiamo stranieri o comunque fuori posto, diversi. Ma questo sentimento non basta per partire. Decidere di muoversi significa decidere di non vivere da vittime, significa rinunciare a rintanarci in quelle che chiamiamo costrizioni ambientali e che invece sono costruzioni mentali. La partenza richiede forza, iniziativa, speranza, coraggio. E molta passione per noi stessi e per la nostra vita.
    Bekas. Ovvero: i superpoteri dei deboli. >> The Opinion Post, 23 Marzo 2015
  • Ispirato dal reale vissuto del regista Karzan Kander e della sua famiglia, esodati e fuggiti dal Kurdistan iracheno nel 1991, sotto il regime di Saddam Hussein, Bekas, in viaggio per la felicità è la storia di un sogno che vola al di sopra di ogni guerra, come Superman.
  • Riprendendo ed estendendo lo spunto di un suo cortometraggio, il regista Karzan Kader con Bekas racconta il viaggio di due ragazzini curdi verso la loro versione del Sogno Americano: in un film che unisce un respiro internazionale al vigore di una pellicola di Bollywood.
    Bekas >> Quinlan, 15 Marzo 2015
  • Thanks for Sharing, ovvero il mantra dei gruppi di aiuto contro le dipendenze. Stavolta niente alcool o droga però, ma sesso e porno (come nei più visti Shame e Don Jon). Avrebbe potuto essere una commediaccia sopra le righe, invece è una dramedy romantica, sensibile, spiritosa, intelligente. Merito di Stuart Blumberg, esordiente da regista, non come sceneggiatore (è stato candidato all' Oscar per il pregevole I ragazzi stanno bene). Parla italiano perché lo ha studiato alla Yale University e ha a lungo tentato invano di applicarlo a un film sul palio di Siena in cui voleva Roberto Benigni come fantino. Ha gusti raffinati (i suoi cult: L' appartamento, Jerry Maguire, Voglia di tenerezza) e sa scegliere bene gli attori: Mark Ruffalo, Tim Robbins, Gwyneth Paltrow (nelle sue scene più sexy dai tempi di Paradiso perduto) e un comico emergente, Josh Gad. Ma la vera sorpresa è Alecia Moore, ovvero la popstar Pink che qui si mette in gioco in maniera davvero efficace.
    TENTAZIONI IRRESISTIBILI >> CIAK, 1 Settembre 2014
  • Con un titolo che si ispira al brano jazz del Dave Brubeck Quartet del 1959, che si intitola «Take Five», Guido Lombardi torna sul grande schermo (dal 2 ottobre distribuito da Microcinema) con un film di genere su una rapina in banca o meglio «uno spaghetti gangster», come ama definirlo il regista, già vincitore al Festival di Venezia del 2011 del Leone del Futuro con «Là-bas - Educazione Criminale» (sulla strage di Castel Volturno).

  • Una delle rock-band più famose al mondo, i Police, si raccontano in Can’t Stand Losing You, un film da non perdere per chi ama la musica di Sting e soci. Basato sul bestseller del co-fondatore e chitarrista Andy Summers ‘One Train Later’ e approvato da Sting e Stewart Copeland, è un docufilm co-prodotto da Nicholas Cage che ripercorre l’epopea del gruppo e le tappe musicali più significative attraverso la schietta testimonianza di Summers e le immagini raccolte da Andy Grieve e Lauren Lazin. Distribuito al cinema da The Space Movies, nuovo marchio del gruppo The Space, con Universal Pictures Italia, in collaborazione con Minerva Pictures, sarà nei cinema il 30 Giugno, 1 e 2 Luglio 2014.
  • Il film che Claudia Gerini sta girando nel Salento: L’esigenza di unirmi ogni volta con te, diretto da Tonino Zangardi e interpretato anche da Marco Bocci. «Un thriller d’amore», lo definisce l’attrice. Ha il ruolo di una cassiera di supermercato che abbandona il marito per un poliziotto e con lui scappa fino a Parigi dopo aver rischiato di venire ammazzata per gelosia ed essersi difesa con il sangue. Quarantadue anni, romana, due figlie, una carriera iniziata a quattordici e una versatilità esplosiva che fa di lei una performer a 360 gradi (canta, balla, intrattiene), davanti a «un tramonto spettacolare» Claudia racconta la nuova avventura. E il suo momento felice di regina del cinema italiano: ormai non c’è cast in cui non figuri...
  • Il film di Blumberg oggi su Sky Pay Per View con, oltre a Gwyneth, Mark Ruffalo, Tim Robbins e Josh Gad, ad affrontare le fasi della dipendenza dal sesso, tutti insieme in comunità.
    Tentazioni irresistibili per la Paltrow >> Metro Milano, 4 Giugno 2014