Quei “falchi” di Toni D’Angelo inseguono una seconda vita

28/2/2017 La Repubblica Scarica in formato PDF

Il nuovo film del regista con Cerlino e Riondino nel ruolo di due poliziotti con le loro debolezze


IL manifesto di “Falchi”, il nuovo film diretto da Toni D’Angelo, esprime un sottotitolo che potrebbe ingannare: “Contro il crimine. Oltre la legge”. Concetto che vale come pretesto poiché il vero obiettivo di questa storia, più che l’esegesi della Squadra mobile, è il ritratto di due uomini, entrambi fallibili, che attraverso gli affetti tentano di recuperare la propria luce interiore.
Scarica in formato PDF