FENDI, RAROVIDEO E “GRUPPO DI FAMIGLIA IN UN INTERNO”

Fendi rende omaggio al profondo dialogo con il cinema attraverso un progetto speciale costruito intorno all’iconico film “Gruppo di famiglia in un interno” (1974) di Luchino Visconti. Il progetto ha previsto il restauro integrale della pellicola negativa originale 35mm e la trasposizione in digitale HD. L’attività è stata realizzata e curata da Minerva Pictures e Rarovideo, ovvero il proprietario ed editore del capolavoro di Visconti.

Il progetto prevede inoltre la creazione di uno speciale documentario dai contenuti extra intitolato “Conversation Piece”, firmato dal regista Ferdinando Cito Filomarino, e la pubblicazione di un libro edito da Rizzoli. In collaborazione con Piero Tosi, costumista sommo, FENDI ha creato le magnifiche pellicce indossate nel film dall’attrice Silvana Mangano.
Il dialogo e lo scambio tra FENDI e il Cinema si fondano sul savoir faire, il desiderio di sperimentare, la romanità del marchio.

Il film “Gruppo di famiglia in un interno” racconta la storia di un professore di scienze americano, erede a Roma di un antico palazzo lasciatogli dalla madre italiana, che vive rinchiuso nel suo appartamento colmo di ritratti di famiglia (in inglese, Conversation piece). Un giorno la Marchesa Bianca Brumonti riesce ad affittare l’appartamento al piano superiore - grazie ad una buona dose di inganno e arroganza- per darlo al giovane amante, Konrad. Dapprima, il professore appare infastidito dall’intrusione di Konrad, di Lietta (la figlia di Bianca) e del suo fidanzato Stefano, ma poi si sente rivitalizzato dalla presenza di questi giovani rumorosi. Nonostante sia il suo penultimo film, pellicola in stile Kammerspiel filmata interamente all’interno di uno studio per tranquillizzare il regista, già malato, “Gruppo di famiglia in un interno” può indubbiamente essere interpretato come il testamento spirituale ed estetico di Luchino Visconti.

“Conversation Piece”, il documentario diretto da Ferdinando Cito Filomarino, è ricco di contenuti extra, tra cui interviste inedite a quanti all'epoca hanno contribuito alla realizzazione del film: il costumista Piero Tosi, lo sceneggiatore Enrico Medioli, Caterina d’Amico, figlia dell’altra sceneggiatrice Suso Cecchi d’Amico, e altre figure rilevanti del mondo del cinema, come il regista Bernardo Bertolucci.

Il libro “Gruppo di famiglia in un Interno, un film di Luchino Visconti”, edito da Rizzoli, trasforma il film in un oggetto editoriale attraverso ricchi materiali documentari e iconografici che includono informazioni inedite relative alla creazione dei costumi per Silvana Mangano, all’apparizione di pellicce FENDI in diverse scene chiave del film e alle interviste a quanti contribuirono alla realizzazione del film.