Primo Ciak a Roma per "Erre11" l'esordio alla regia di Marco Bocci

Roma. Al via oggi lunedì 8 ottobre 2018 le riprese di Erre11 (titolo provvisorio) la prima pellicola firmata nella regia e nella sceneggiatura dal celebre interprete di cinema e tv Marco Bocci.

Il film, tratto dall’ esordio letterario dell'attore, pubblicato nel 2016 dalla De Agostini nella collana Book Me, sarà girato interamente nella Capitale e sarà una co-produzione internazionale Italia-Spagna, prodotto da Gianluca Curti. Una produzione Minerva Pictures Group con Rai Cinema e Potenza Producciones.


Voglio raccontare una periferia vera” afferma Bocci, “dentro la quale si incrociano tanti personaggi, ognuno col suo percorso, ognuno diverso dall’altro ma indispensabile per il prossimo.
Una gabbia dentro la quale vivono e convivono tante umanità, sfiorandosi senza accorgersene, inquinandosi e contaminandosi in quest’era di condivisione estrema.

 

Nel cast principale, nel ruolo del protagonista, vedremo Libero Di Rienzo, interprete di numerosissimi film di successo come Santa Maradona (che nel 2002 gli vale il David di Donatello), Fortàpasc, La cryptonite nella borsa, Smetto quando voglio. Mauro è un ex studente che ha quasi sfiorato la laurea ma ora è disoccupato e senza futuro, si sente perso e non riesce a ritrovare la sua strada.

Ad affiancarlo Andrea Sartoretti, anche lui volto noto di cinema (ACAB, Boris – Il film) e tv (Romanzo Criminale, Boris – la serie, Distretto di polizia, Squadra anti-mafia), che interpreta suo fratello Romolo, un ex galeotto che ha deciso di redimersi e di cambiare strada, ma che per tutti ormai un criminale resta.

Nel ruolo di Samatha, donna cinica e spezzata dalle insoddisfazioni di una vita, la splendida Antonia Liskova
E accanto a loro Giulia, Guglielmo, un reticolo di umanità che tenta ogni giorno di sopravvivere con dignità e ottimismo.

 

Tanti personaggi, tanti perdenti, tanti sconfitti che però sanno vivere senza abbandonare la speranza, allegri e positivi, come le immagini che li racconteranno”, dice Bocci, che continua: “la mia narrazione sarà allegra, euforica e al limite del grottesco, con una storia che va dritta al sodo ma si lascia raccontare fluidamente, attraverso un linguaggio che passa dal video clip alla spettacolarizzazione degli eventi fino al realismo dei silenzi e delle frasi non dette.
Una storia che non strizza l’occhio alla battuta o alla commedia, ma composta da personaggi che sanno ridere e sanno far ridere.
 

 

Sinossi:

Erre 11, l’esordio alla regia di Marco Bocci, racconta in modo spregiudicato e originale la vita di Mauro (Libero De Rienzo), un ragazzo di trentacinque anni, e di tutta la sua famiglia, in un quartiere periferico di una grande metropoli. Quello che per molti è la normalità, in una realtà complessa come quella vissuta da Mauro, diventa un’utopia: trovare un lavoro decente, costruirsi un futuro con Samantha (Antonia Liskova) la ragazza di cui è innamorato, sembrano obiettivi irraggiungibili, almeno seguendo il suo modo di essere e la sua indole ligia e corretta.
Si può cambiare la propria natura per essere felici?